Composizione A077, stile lagom in soggiorno

Lo Stile Lagom: buon gusto, stile ed equilibrio in interior calibrati in ogni elemento

Il termine “Lagom” proviene dalla Svezia e indica una filosofia del vivere basata sulla semplicità, l’equilibrio e la sostenibilità. Lo stile Lagom può essere inteso come una sorta di filosofia esistenziale, dove siano banditi gli eccessi, ma sia valorizzato il buon gusto, lo stile e l’equilibrio. Questi principi hanno una derivazione nordica, e coinvolgono numerosi aspetti della vita: dallo stile di vita, all’ecologia, all’economia. Anche in ambito estetico, lo stile Lagom si è rivelato un’arma vincente, e recentemente si possono notare numerose correnti di designer ed architetti che utilizzano le sue regole per arredare vari locali.

Nel mondo dell’interior design la filosofia Lagom ha portato una nuova tendenza in grado di riassumere queste qualità nella ricerca dell’equilibrio nell’arredamento, ovvero un’armonia di forme e di colori, il cui scopo è quello di offrire pace e rilassamento a coloro che ne vengono a contatto.
Si cerca di raggiungere una giusta misura che caratterizzi ogni aspetto della vita, senza indulgere in estremismi dannosi ed inopportuni, ma prendendo dalla vita unicamente quello che serve per essere felici. Spesso infatti la moderazione diventa sinonimo di serenità. Un’abitazione in stile Lagom deve poter essere confortevole, a basso consumo energetico, elegante, minimalista, funzionale e comoda.

Stile Lagom nel soggiorno

Il soggiorno rappresenta, in ogni abitazione, l’ambiente in cui si vive insieme, per molte ore, svolgendo varie attività. E’ sicuramente la stanza di maggiore utilizzo. Per questo motivo, lo stile Lagom offre dei notevoli vantaggi per raggiungere quell’armonia ed eleganza che lo caratterizzano.

Il primo presupposto per arredare un soggiorno in stile Lagom è quello di eliminare tutti i mobili e gli oggetti inutili, riducendo al minimo la loro presenza; ambienti troppo pieni ispirano un senso di oppressione, mentre la pulizia di una stanza libera, dove la luce possa entrare senza problemi e dove il colore dominante sia il bianco, conduce verso il relax.

I pavimenti potranno utilizzare il legno, un materiale caldo ed elegante nella sua semplicità.

I mobili, pochi ma funzionali, avranno linee semplici e pulite; si potrà optare per un tavolo in legno chiaro, che ben si armonizzi con la finitura del pavimento, soltanto le sedie potranno essere colorate, per offrire una macchia cromatica di contrasto. Per la parete attrezzata perfetta la Composizione A077 di Tomasella, giocata sull’incontro armonico tra il piano Panka in materico nodato chiaro, il Totem Elle in materico opaco bianco gesso e la boiserie Krea in materico cemento chiaro.

La finalità dell’arredamento di un soggiorno, non è quella di sorprendere, ma di puntare sull’essenza delle cose

Anche i divani sono da preferite nelle nuance chiare che vanno dal grigio leggero all’avorio, magari con alcuni blocchi di colore rappresentati dall’uso di cuscini dalle tonalità del grigio, marrone o beige, sempre colori non troppo accesi, scelti con la consapevolezza dello stile dominante.
In un soggiorno così progettato, dove tutto il superfluo è stato eliminato per essere sostituito da mobili semplici e lineari, troveranno ampia collocazione molte piante che, oltre a costituire un elegante corredo d’arredamento, fungeranno da indicatori biologici del nostro benessere: anche avere cura del verde domestico tiene lontano lo stress.

Secondo lo stile Lagom, la finalità dell’arredamento di un soggiorno, non è quella di sorprendere, ma di puntare sull’essenza delle cose, sulla loro anima.
Questo non significa che il soggiorno sarà anonimo, ma, al contrario, sarà personalizzato e accattivante nella sua semplicità.

Eliminando senza paura il superfluo, tra l’altro, anche la pulizia sarà notevolmente semplificata, verranno prodotti meno rifiuti, i consumi saranno ridotti, e la vita quotidiana non potrà che essere migliore.