Composizione A054 di Gruppo Tomasella

Lavorare da casa è un’attività sempre più frequente nel mondo di oggi, dove grazie alla tecnologia è spesso possibile non presentarsi in ufficio e organizzarsi il tempo a disposizione in maniera più congeniale.

Gli angoli “home office” sono sempre più presenti nelle progettazioni d’interni delle case più moderne, perché spesso basta un computer per essere in contatto con il mondo, lavorando da casa. Funzionalità e design sono alla base dei mobili home office, ma è preferibile uno scrittoio o un mobile living?

L’organizzazione del lavoro a casa

Al giorno d’oggi, in molti casi, è sufficiente avere un computer e una connessione internet per non dover andare in ufficio ma lavorare direttamente da casa. Per questi motivi, le scrivanie si sono evolute per offrire orizzonti di utilizzo sempre più ampi.
La scelta del tipo di scrivania da utilizzare per svolgere il lavoro da casa è una questione meramente personale e dipende da tantissime varianti, alcune delle quali strettamente dipendenti dagli spazi a disposizione. Tenendo presente che la tendenza dell’arredamento moderno punta alle geometrie, alle simmetrie e al minimalismo, il piano lavoro si inserisce in quest’ottica, fornendo alcuni spunti di riflessione.
Nel caso in cui non sia presente una stanza apposita della casa da adibire a studio, fattispecie sempre più rara, l’area work viene ricavata nella zona living e qui è necessario ritagliare uno spazio adeguato per la sua collocazione, che non dev’essere sacrificata nelle dimensioni ma nemmeno eccessiva per rispettare gli equilibri vitali nell’ambiente. Per tali ragioni, la scelta tra lo scrittoio tradizionale, rivisitato in chiave moderna, e il mobile living multifunzione, assume un’importanza decisiva.

Scrittoio o mobile living?

Quando gli spazi non sono eccessivi ma non si può, e non si vuole, rinunciare ad avere un piano d’appoggio per l’home working, una delle soluzioni più pratiche, eleganti, smart e funzionali è il mobile living multifunzione.

Coniugare in un unico elemento la vivibilità dell’ambiente

Si tratta della perfetta sintesi di quello che è oggi l’interior design, perché in un unico elemento coniuga tutti quelli che possono asservire alla vivibilità dell’ambiente. La Composizione A054 di Gruppo Tomasella è un esempio di questo nuovo trend, perché in una parete lineare coniuga tutto quanto quello che può servire per vivere a 360 gradi il living di una casa. Il piano work, di dimensioni abbondanti, si inserisce alla perfezione nella parete attrezzate con basi e pensili, diventandone parte integrante con semplicità.

Per chi ha ancora meno spazio a disposizione ma non vuole rinunciare alla sua area lavoro, la href=”http://www.gruppotomasella.it/moderno/giorno/scaffali-e-librerie/composizione-a074/” target=”_blank”>Composizione A074 è una soluzione ad hoc, che quando non è utilizzata scompare, diventando pare integrante della parete living grazie al ripiano basculante.

Chi desidera invece soluzioni più convenzionali ma ugualmente di design, può optare per gli scrittoi più classici come Scrittoio Atlante, robusto e moderno ma minimale, che richiama lo stile scandinavo arredando l’ambiente con le sue proiezioni geometriche e i dettagli intelligenti, frutto di uno studio per il particolare che da sempre Gruppo Tomasella ripone in ogni singolo prodotto delle sue collezioni.