Letto Bahia e mobili contenitori Capital di Gruppo Tomasella

Trovare armonia ed equilibrio in camera da letto è più di un’aspirazione, nel progettare casa. La frenesia e la scarsità di relax del vivere contemporaneo ci riporta obbligatoriamente a pensare questa stanza come una delle poche, se non l’unica, isole di rifugio dopo una lunga giornata.

Come recuperare allora la propria intimità, la privacy che ci restituisce quella sensazione di benessere e immediata accoglienza? Una risposta moderna arriva dalle nuove proposte di mobili per la camera da letto di Gruppo Tomasella, in evidenza all’ultima edizione del Salone del Mobile Milano.

Raffinati, lineari, sartoriali, adatti a uno stile che non conosce mode

Scegliere il letto giusto è d’importanza cruciale in quanto determina per buona parte l’aspetto estetico e la percezione di gusto dell’intero ambiente: se è possibile attingere alle tendenze più modaiole per quanto concerne gli oggetti decorativi e che completano la stanza, come specchi, poltroncine quadri e punti luce, quando si decide il letto, sbagliare è pericoloso, un vero peccato di stile.
Gruppo Tomasella da 70 anni conosce e interpreta le esigenze di chi si accinge ad arredare la propria casa con cura e attenzione al design tanto quanto ai materiali e alla loro durata nel tempo: la più recente proposta nella zona notte è Bahia, un letto che gioca con forme seducenti, cuciture sartoriali e materiali dal sapore nobile, come il rivestimento in econabuk e il rovere termocotto finemente lavorato alle estremità della testiera.

Un vero prodotto da collezione, espressione del mood Elegance dalle linee immediatamente riconoscibili, tanto da essere in fase di registrazione per il design comunitario.

La bellezza è sicuramente un concetto aleatorio e difficilmente oggettivo in molti ambiti, ma se parliamo di gusto estetico, passione e ricerca per i dettagli, non si può non considerare le proposte notte più raffinate, come il gruppo Capitol. Dal comò a tre cassetti ai classici comodini bassi, il fil rouge è il minimalismo, la pulizia delle linee prive di maniglie impreziosito tuttavia dal forte spessore del fianco laterale, in legno, capace di orientare lo sguardo e donare carattere ai contenitori.