Nuovo letto matrimoniale Fusion di Gruppo Tomasella

Letto Fusion: novità 2017

Una questione di forme. Quando entriamo in una camera da letto, forse ancor più che negli altri ambienti domestici, siamo particolarmente colpiti dai volumi degli elementi che la vanno a comporre.

È fondamentale che le soluzioni notte che andiamo a identificare per la nostra casa, sappiano integrarsi con le percezioni che desideriamo per il suo luogo più intimo. Un progetto d’arredo deve quindi contemplare l’abbinamento tra relax e modernità, comfort e gusto estetico: lo stile si esprime in un equilibrio accogliente e funzionale, per questo motivo esclusivo.

Come coniugare forme e colori per un letto matrimoniale di classe

Il nuovo letto matrimoniale di Gruppo Tomasella si chiama Fusion. Quanto mai opportuno senza discendere nella banalità, il nome affidato a questo modello, presentato in occasione del Salone del Mobile 2017, ne denota subito il punto di forza principe: l’integrazione nella testiera di due simmetrici piani d’appoggio provvisti di cassetti, in un unico avvolgente design.
Così, la difficile ricerca di una coppia di comodini che si adeguino al nostro gusto, viene risolta senza rinunciare al desiderio di originalità: infatti, Fusion propone una testiera imbottita disponibile nei tessuti del campionario, econabuk, ecopelli e pelli, mentre i contenitori sono risolti in una continuazione elegante della struttura del letto, disponibili nelle finiture laccate, materiche poro aperto ed essenze della collezione notte.
Grazie alle gambe intelligentemente posizionate, la percezione del letto matrimoniale Fusion è quello di un elemento sospeso, vero interprete dello stile di una camera creata per conquistare la notte.

Letto matrimoniale Fusion: design accogliente e funzionale

Nuove interpretazioni di un comfort dalla marcata personalità

Razionalità, pulizia di linee e attenta integrazione progettuale. Parole che esprimono al meglio questa nuova proposta di Gruppo Tomasella per l’arredo moderno. Le sue forme, pur adeguandosi alle sempre importanti esigenze di ottimizzazione degli spazi, ritornano protagoniste e richiamano l’occhio, invitano il tatto e stimolano più sensi contemporaneamente.
Proprio come quando ci si trova davanti a un oggetto di design innovativo, che ci apre orizzonti nuovi perché affascina e passo dopo passo conquista per le sue scelte vincenti.